Lun. Nov 18th, 2019

DotMagazine.it

Tutte le news sul mondo automotive

Rottamazione auto: procedimento, costi ed incentivi fiscali

3 min read
rottamazione auto procedimento costi ed incentivi fiscali

Se vuoi liberarti della tua vecchia automobile e comprarne una nuova è necessario effettuare la rottamazione dell’auto: la legge, infatti, considera tutti veicoli come “rifiuti speciali”, cioè come rifiuti altamente inquinanti, e quindi per procedere al loro smaltimento si deve rispettare la procedura prevista dal Decreto Legislativo n. 22 del 5 febbraio 1997.

In questo articolo vedremo insieme quali sono le regole da seguire per rottamare correttamente la propria auto e cosa bisogna fare per non avere problemi.

Come funziona la rottamazione auto?

A partire dal febbraio del 1997 per poter rottamare o demolire un automezzo si possono seguire due strade: o ci si rivolge ai centri di raccolta autorizzati (detti anche centri demolitori), oppure, se si vuole demolire la propria auto per acquistarne una nuova o usata, ci si deve rivolgere ad una concessionaria. In questo secondo caso, peraltro, oltre alla demolizione si potrà beneficiare di uno sconto da parte della concessionaria sull’acquisto dell’auto nuova o usata.

Per legge l’unica persona che può richiedere la rottamazione dell’auto è il proprietario della stessa, che dovrà portare con sé i seguenti documenti: targa anteriore e posteriore, carta di circolazione e certificato di proprietà o foglio complementare. Se il proprietario non dovesse avere uno o più di questi documenti, prima di procedere alla richiesta di rottamazione dovrà necessariamente presentare una denuncia per smarrimento o furto presso gli organi di pubblica sicurezza.

Una volta effettuata la richiesta, il centro demolitore o la concessionaria effettuerà la rottamazione dell’auto e provvederà inoltre alla cancellazione del veicolo dal PRA entro 30 giorni.  Una volta terminata la procedura di rottamazione al proprietario del mezzo verranno rilasciati due documenti:

  • Il certificato di rottamazione, dalla cui data di consegna il proprietario non è più tenuto a pagare il bollo (ed è quindi sollevato da ogni responsabilità civile, penale e amministrativa sul veicolo)
  • Il certificato di radiazione, che attesta l’avvenuta cancellazione del veicolo del PRA

Ecobonus rottamazione auto 2019

Come dicevamo, se si procede a demolire la propria auto per acquistarne una nuova o usata sono previsti dei benefici economici. Più in particolare, per l’anno 2019 il Governo ha messo a disposizione un particolare incentivo (cosiddetto “ecobonus”) che ti consentirà di ottenere un interessante risparmio per l’acquisto della tua nuova auto. Più nello specifico, se procederai alla rottamazione della tua vettura entro il 31 dicembre 2021, potrai approfittare di un bonus che può giungere sino a 6.000 euro nel caso in cui decidessi di acquistare un’automobile con emissioni di CO2 minori o uguali a 70 grammi al chilometro.

Quanto costa la rottamazione auto?

I costi per effettuare la rottamazione di un veicolo variano normalmente tra un minimo di 60 ed un massimo di 150 euro.

Se vuoi effettuare una rottamazione sicura ed economica della tua vettura, puoi rivolgerti a  Soccorso Stradale 24, l’azienda specializzata nella rottamazione e demolizione di automobili, scooter e motorini che opera in tutte le zone di Roma.

Grazie a Soccorso Stradale 24 potrai rottamare in tutta sicurezza la tua automobile a soli 70 euro (IVA esclusa). Inoltre, Soccorso Stradale 24 provvederà anche al ritiro gratuito dell’auto presso il tuo domicilio.

Soccorso Stradale 24 non si occupa solo di rottamazione e demolizione di veicoli, ma offre un servizio a 360 gradi ai propri clienti, compreso un servizio carro attrezzi di assistenza stradale a Roma 24 ore per prestare aiuto ad auto e moto in difficoltà o in panne nella zona del GRA (Grande Raccordo Anulare).