Mar. Ott 22nd, 2019

DotMagazine.it

Tutte le news sul mondo automotive

GM e BMW cercano di mettere i dati dei veicoli autonomi su una blockchain

1 min read

Secondo un articolo apparso su CoinDesk, General Motors e BMW stanno prendendo in considerazione l’uso della tecnologia blockchain come parte della Mobility Open Blockchain Initiative (MOBI). Entrambi i giganti dell’auto si sono dichiarati interessati a condividere i dati raccolti da veicoli autonomi su una blockchain. Secondo la BMW, i produttori di automobili tengono i dati privati, questo secondo la casa tedesca è la “barriera principale” nell’adozione di auto a guida autonoma.

MOBI sta lavorando su un mercato autonomo di dati provenienti dai veicoli che verranno condivisi tra i produttori aderenti all’iniziativa. GM ha depositato un brevetto per tale sistema a dicembre.

Andre Luckow, che si occupa di blockchain per conto di BMW Group ha dichiarato:

Con l’avvento della blockchain, la gestione dei dati decentralizzata può essere implementata in un modo che preserva la privacy ed è efficiente. Inoltre, le tecnologie emergenti, come l’apprendimento decentrato delle macchine, l’elaborazione protetta multipartitica e i mercati di dati decentralizzati, forniranno il tessuto per l’elaborazione dei dati in modalità autonoma.